"Scrivere poesie non è difficile; è difficile viverle." (Charles Bukowski)

Viviamo assieme una poesia, un racconto, una canzone o un quadro d'autore, lasciate un vostro commento ai post, per noi sarà un piacere leggervi e i vostri commenti più belli saranno postati in Home.


Preghiamo gentilmente tutti quelli che postano il loro commento scegliendo l'opzione 'Anonimo' di blogger di firmarlo, grazie. ros e massimo


mercoledì 9 dicembre 2009

IO SONO di Sonia Demurtas
















IO SONO

Io abito negli occhi di un bambino dell’Africa,
abito nei confini dei tuoi muti deserti..
Io abito sulle lacrime che rigano il tuo volto,
nelle profondità abissali di un vecchio ricordo,
Abito negli scantinati maleodoranti, dove
come bestie, si rifugiano i clandestini.
Io abito nei cartoni della notte,
dove i clochard si riparano dal freddo.
Io abito dietro le sbarre dei carcerati,
dove il cuore isolato...
chiede perdono a chi ha amato.
Io abito nelle preghiere di chi crede,
per consolare gli afflitti.
Io Esisto per tenderti una mano
E donarti il regno dei cieli…
Io sono Dio.


Non commento, perchè si commenta da sola! Sonia Demurtas
Tratto del libro "Oltre l'amore" - ALETTI Editore.


16 commenti:

  1. Cari amici, benvenuti. Oggi proponiamo una nuova autrice per il blog. Un giovane poetessa che ha già pubblicato delle raccolte. Una donna che coniuga la sensibilità e la sensualità. Le sue poesie spaziano dai temi personali a quelli esistenziali e trattano prevalentemente l'amore.
    Oggi ci propone la più grande delle manifestazioni dell'amore: DIO.
    Leggiamola e commentiamola insieme.

    RispondiElimina
  2. Non è facile evitare di essere scontati volendo descrivere l'amore di Dio.
    Sonia riesce a rendere la grandezza delle azioni svolte guardandole dalla prospettiva di chi le compie, cioè DIO.
    Trasmette l'essere onnipresente. La forza di arrivare e di restare laddove nessuno può.
    E' tutta quì la forza di questi bellissimi e semplicissimi versi.
    Versi che ci avvicinano a DIO.

    RispondiElimina
  3. Che fosse la figura di Dio era scontato. Solo lui puo' e deve essere onnipresente nella sua onnipotenza. E' più un attestato di fede scritto a breve frasi. E' bello, lodevole scritto con semplicità da farne tesoro.
    Stupenda l'immagine della creazione e la musica postata.

    RispondiElimina
  4. E'bello leggere una poesia dedicata a Dio ed è bello che ha scriverla sia una giovane poetessa.
    Concordo con il commento di Bruno "E' bello, lodevole scritto con semplicità da farne tesoro", poiché negli ultimi tempi, distratti da tutto quello che ci circonda, soprattutto marciume e sopraffatti dai nostri affanni e problemi, troppo spesso ci dimentichiamo di "Lui". Trovo giusto leggere con attenzione questi versi ... ogni frase è proba ... è come una freccia che scocca e colpisce direttamente al cuore in modo da risvegliare animi sopiti.
    Brava Sonia leggendo i tuoi versi ho provato i brividi.
    Sicuramente la tua poesia toccherà molti cuori.
    Bellissima l'immagine di Dio.

    RispondiElimina
  5. Sonia, leggendo la tua poesia mi sono tornate in mente alcune frasi del Vangelo:
    "avevo fame e mi avete dato da mangiare,
    avevo sete e mi avete dato da bere,
    ero nudo e mi avete vestito,
    ero ammalato e mi avete curato,
    ero carcerato e mi avete visitato...

    "Quando Signore ti abbiamo sfamato, dissetato, vestito, curato e visitato...?!

    "Ogni qualvolta avrete fatto una di queste cose ad uno dei miei piccoli, l'avrete fatta a me"

    Dio infatti si identifica nei miseri, i piccoli della terra; lo cerchiamo fra le nuvole, ed è accanto a noi che soffre...
    Grazie Sonia, ti abbraccio forte
    Maria Savasta

    RispondiElimina
  6. Di grande spessore spirituale. L'onnipotente è colui che allevia tutti i mali e presente in tutte le situazioni disperate
    Antonio Lanza

    RispondiElimina
  7. Questa è la prefazione del libro di Sonia che vi invito a leggere.

    Chi ama la poesia ama le emozioni; ama immedesimarsi, riconoscersi nelle sensazioni, nei sentimenti forti, negli stati d’animo che l’autore trasmette attraverso la poesia. Sonia Demurtas in questo “quadro” sa esprimere al meglio ciò che lei prova, ciò che intensamente vive. Le sue poesie parlano di vita vissuta, di intense passioni, di speranze, di delusioni, di emozioni forti, di sogni. Esprimono la sua personalità, il suo carattere, il suo “io” più profondo ed intimo. Per questo è un piacere leggerle tutte d’un fiato fino in fondo, assaporarle, gustarle (come un piatto cucinato dal migliore dei cuochi).
    Il titolo “Oltre l’Amore” azzeccato, come poche volte capita di vedere, rispecchia in pieno il filo conduttore che si dipana intorno al tema dell’amore: amore di donna, amore di mamma, di sposa… Ma ha anche il pregio e il coraggio di andare oltre “Oltre l’Amore”, appunto.

    Piero Franceschi, giornalista


    Collana "Gli Emersi - Poesia"
    pp.72 €12,00
    ISBN 978-88-7680-935-3

    RispondiElimina
  8. Brividi e lacrime: Questo il commento (alla tua poesia) che il mio corpo ha voluto concedere. Le parole servono a poco quando le emozioni trasmesse da un componimento poetico sono così forti.
    Complimenti, Sonia!

    RispondiElimina
  9. Come vorrei lasciarmi travolgere dalle emozioni che ogni verso di questa bellissima poesia mi trasmette, ma non ci riesco.
    Invidio chi, come te, cara Sonia, ha la fede, chi crede in un essere che sta in tutte le cose che tu hai descritto. Io, ahime, non credo in questo Dio che vede e sente, non ci credo perché questo Dio non può permettere che tutti i giorni nel mondo 1 milione di bambini muoiono di fame, di guerra, di sopraffazione. Non può esistere Dio se esiste questo. Lo so sono cruda e certo non mi fa piacere esserlo ma é quello che penso e che sento.
    Indipendentemente dalla mia fede, complimenti a te Sonia, naturalmente.

    Buongiorno a tutti gli Amici dell'OASI!

    RispondiElimina
  10. Miei cari amici, ho sempre ritenuto molto interessante questo blog, ma da un periodo a questa parte non riesco a capire cosa sta succedendo, premetto che io non mi ritengo un grande poeta, e che non ho mai preteso nulla da nessuno, ho pubblicato diverse poesie e vi sono grato per averle accolte, e dico grazie anche a chi mi ha commentato bene o male. Ma alcune vostre scelte non mi convincono, oggi vedo uno scritto che in nome di Dio qualcuno reputa una poesia, e chissà perché si viene anche invitati ad acquistare ( scusate a leggere) il libro. Cari amici, mi dispiace ma non sono d’accordo con le vostre opinioni, non mi ritrovo più in queste pagine, se il prezzo da pagare per dire la mia opinione sarà l’allontanamento da questo blog, saro felice di pagarlo. Un saluto a tutti.
    Pietro Vizzini

    RispondiElimina
  11. Mi sembra strano che un così stimato e stimabile poeta si soffermi su un dettaglio che non è sostanziale.
    Lo spirito del blog è quello di incoraggiare e divulgare l'arte poetica.
    Le scelte possono essere opinabili come i testi.
    Io personalmente leggendo le poesie di Sonia ho avuto modo di ammirare il suo stile ed i suoi contenuti. Ho letto in giro i commenti lusinghieri che raccoglie da critici e da semplici appassionati. Per questo ho deciso unilateralmente, senza neanche consultare Ros, di inserire un copia e incolla della sua pubblicazione.
    La scelta del testo da pubblicare, come ben sai, la effettua l'autore.
    Alla luce di ciò ti invito a riconsiderare quanto hai, forse impulsivamente, affermato.
    Resta suprema la libertà di commentare ed anche di disapprovare costruttivamente un testo. Anzi il dissenzo costruttivo porta sicuramente alla crescita della qualità.
    Con questo ritengo aperta e chiusa la polemica. Rispetto comunque le tue e le scelte di chiunque dissente nella speranza di poter imparare qualcosa di nuovo e di migliorare.
    Buona vita a tutti.

    RispondiElimina
  12. Mi dispiace Massimo, ma io rimango fermo con la mia considerazione.

    RispondiElimina
  13. Non capisco il contendere caro Pietro. Mi accorgo solo adesso del commento, sia quello di Massimo sia del tuo. Una poesia può piacere o non piacere, può regalare emozioni o non può regalarle, é un fatto soggettivo. In questo blog abbiamo pubblicato poesie di ogni genere e tante volte nei commenti abbiamo ricevuto critiche anche feroci ma anche queste non ci hanno mai condizionato.
    La scelta di Massimo di pubblicare 'esclusivamente' nei commenti il costo del libro è una libera scelta di un amministratore di un blog. Credo e penso che se queste scelta fosse caduta su un tuo libro non avresti obiettato.
    Detto questo non é da te, caro Pietro, sottolineare una cosa del genere e continuo a non capire.......scusami!

    RispondiElimina
  14. Non capisco neppure io! Visto che il caro Pietro è sempre stato uno dei miei maggiori sostenitori su facebook, dove sono conosciuta come loto blu, e lui è nel mio fan club se non erro! :) Il testo, è stato sulla rivista internazionale ISOLA NERA di Giovanna MULAS, tradotta in 4 lingue; come i miei libri, tradotti in Inglese, Spagnolo e ultimamente anche in Arabo; Non voglio vendere nulla a nessuno, poichè non ho più copie a mia disposizione di questo libro! che per altro era in beneficienza per i ragazzi che hanno la dislesia e la discalculia.
    I miei testi parlano molto di Dio... e non mi vergogno di essere semplice nella mia scrittura, preferisco la semplicità diretta, quella che arriva infondo al cuore e non le parolone vuote.

    RispondiElimina
  15. Il commento di Maria Savasta mi è arrivato al cuore... come quello di tutti voi.
    Grazie...

    La stessa poesia è stata commentata sulla rivista nazionale IL DIALOGO di Sarubbi, al seguente indirizzo: http://www.ildialogo.org/VerificaEsistenzaCommenti.php?f=http://www.ildialogo.org/poesia/Poesie_1252415291.htm
    il sito è : http://www.ildialogo.org/
    nella sezione poesie Sarubbi dedica molto spazio a me e al mio libro, comprendendone l'importanza... Non solo per la beneficienza, vi sono due grandi segreti che mi spingono a scrivere ciò che scrivo!

    RispondiElimina
  16. Rinnovo la stima e la considerazione personale che ho nei confronti di Sonia Demurtas. E apprezzo molto il contenuto della poesia IO SONO.
    Non riesco a comprendere quanto affermato da Pietro Vizzini, mi sembra quasi di credere che non sia lui a scrivere.
    Comunque per onestà intellettuale, nonostante ho ammirato ed ammiro ancora i suoi testi, prendo le distanze da ogni dichiarazione di Vizzini.

    RispondiElimina

Disclaimer

A questo blog non può essere applicato l'art. 5 della legge 8 Febbraio 1948 n. 47, poiché l'aggiornamento delle notizie in esso contenute non ha periodicità regolare (art. 1 comma 3, legge 7 Marzo 2001 n. 62). Esso é un prodotto amatoriale e non rappresenta una testata giornalistica , i post editi hanno lo scopo di stimolare la discussione e l’approfondimento politico, la critica e la libertà di espressione del pensiero, nei modi e nei termini consentiti dalla legislazione vigente. Tutto il materiale pubblicato su Internet è di dominio pubblico. Tuttavia, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato su questo blog, non ha che da darne avviso al gestore e sarà immediatamente eliminato. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi a me, nemmeno se gli stessi vengono espressi in forma anonima o criptata.